pagina web di Ercolina Milanesi

.

“ ATEISMO: NEGAZIONE DI DIO “

 

 

Dichiararsi atei, oggi, è una forma di snobismo, un voler entrare nella cerchia eletta degli intellettuali di sinistra, un voler distinguersi dalla massa popolare.

Ma, la vera etimologia della parola “ateismo “, i detrattori dell’esistenza di Dio, ne sono al corrente ?

La dottrina cattolica distingue l’ateismo “ TEORICO” chi nega l’esistenza di Dio come spirito puro, personale, essenzialmente distinto dal mondo, prima causa liberatrice, provvido e trascendente. “PRATICO” chi vive come se Dio non esistesse. “NEGATIVO” quello di chi ignora affatto l’esistenza di Dio o afferma che il problema non interessa. “POSITIVO”quello di chi cerca argomenti razionali per giustificare la sua negazione o i suoi dubbi sull’esistenza di Dio. In particolare si dice ateismo “SCETTICO” quello di chi afferma la insuperabilità del dubbio. Ateismo “ AGNOSTICO “quello di chi argomenta per convincersi o convincere altrui della radicale problematicità dell’esistenza di Dio. “ TEORICO POSITIVO” quando si nega l’esistenza di Dio o quando si pretende di demolirne le prove come false e infondate.

Forme di ateismo possono considerarsi certe filosofie e religioni a sfondo naturalistico.

Tra le diverse origini filosofiche dell’anarchia  “ LE RELIGIONI POSITIVE “ sono la negazione, in quanto organizzate in Chiesa ed in principi etici religiosi, tali da essere  limiti alla libertà individuale e fondamento della disuguaglianza fra gli uomini. L’unica religione è, per i teorici dell’anarchia, quella che ciascun individuo si può dare, non imposta dall’esterno, ma creata interiormente, sotto la guida della ragione in un  “IMMANENTISMO “ individuale assoluto, che nega ogni esistenza trascendente in Dio.

E’ noto che, recentemente, si è sviluppato un ateismo “ MILITANTE “ ( leghe di atei in Germania e negli USA) che ha trovato un terreno particolarmente fecondo nel “ MATERIALISMO SOVIETICO”, ispirato agli insegnamenti di Lenin.

“ LA RELIGIONE E’ L’OPPIO DEI POPOLI “ questa frase si può applicare, benissimo, ai tempi odierni ! Difatti, in Italia, è stata fondata un’organizzazione ( chiamiamola setta, più consona ) denominata “  UAAR = Unione degli atei agnostici e razionalisti “

Questa” setta”, logicamente,  è stata creata da un intellettuale  ( di sinistra ! ) ed il nuovo segretario generale, proprietario di una casa editrice, è felice di una manifestazione a Giordano Bruno, il “ loro santo patrono “  ( ma, se sono atei, non possono avere santi !!!)

Ovvio che, l’idolo dell’ UAAR non poteva essere che comunista, senatore e magistrato.

Ecco la prassi di come funzione la legge in Italia !

Ecco il loro programma: via i crocefissi dalle scuole ed uffici ! Via l’ora di religione nelle scuole ! “ Rimbambito “ è chi lo ha detto, non i ragazzi che la studiano!

Siamo uno stato laico ? Ed allora via libera ai blasfemi, ai dissacratori, cancelliamo nelle parrocchie i nomi di chi sono stati battezzati, affinché non siano più cristiani ! Anche questo pretendono ! Ma non è finita la loro impudente condotta. Questi atei, anarchici, senza pudore alcuno, pretendono l’8 per mille, togliendolo, ovviamente, alla Chiesa.

Quel senatore DS( comunista) che afferma : “ DA ANNI LOTTO PER SCROCIFIGGERE L’ITALIA” pensi debellare la criminalità che dilaga, grazie all’alieno gestire il senso di giustizia.

L’Italia è la culla del Cristianesimo e sempre lo sarà, poiché, per fortuna, i cattolici praticanti saranno, sempre, in numero superiore ai 9 milioni (dicono loro ) di atei dichiarati.


torna alla pagina degli articoli storici

torna alla home page