pagina web di Ercolina Milanesi

 

Dudù

 

Il saluto di Dudù

Scusami Ercolina se ho dovuto lasciarti, ma è giunto il mio momento, ti sia di consolazione sapere che me ne sono andato sereno e non ho grossi rimpianti se non quello di doverti aspettare per sentire ancora la tua mano sul mio capo. Ti ringrazio per l’immenso amore che mi hai regalato in questi anni e per come mi sei stata vicina in questi ultimi giorni, quando cieco e senza forze mi trascinavo per quell’appartamento che ormai era diventato il mio mondo, perché l’infermità non mi consentiva nemmeno più di poter uscire e l’unica aria fresca che respiravo era quella che entrava dai balconi di casa, ricordo che, mentre l’annusavo, mi venivano alla mente le passeggiate che facevamo insieme e le corse sui prati che facevo, quando scodinzolando per la gioia, riportavo il bastone a voi due che me li lanciavate, quanto era bello stare insieme, poi un giorno il buon Dio si è preso il mio padrone, ma io sono sempre rimasto al tuo fianco, come lui, perché, anche se tu non lo vedevi, io lo sentivo.
Ora io e lui siamo qui accanto a te e ogni volta che sentirai il vento accarezzarti i capelli ricordati di quell’uomo e di quel cane che da un’altra dimensione cercano di dimostrarti che ti vogliono sempre bene.
Ciao Ercolina e grazie ancora, Dudù

Un ricordo dei pelosetti

Li abbiamo conosciuti, coccolati, accarezzati, curati, cercato di dare loro quell'amore che per una vita non hanno avuto; abbiamo cercato di togliere loro le sofferenze di una vita di solitudine, di abbandono, di dolore.. ma non è bastato...anche la vita li ha abbandonati.
Abbiamo pianto quanto ci hanno lasciati ..ma sappiamo che ci rivedremo. Li ricorderemo epr sempre... per sempre occuperanno una parte del nostro cuore perchè l'amore incondizionato che loro ci hanno donato è piu' grande di ogni sofferenza, più grande della vita stessa.
...correte piccoli...siate finalmente felici!

Il ponte dell'arcobaleno

C'e' un posto in Paradiso, chiamato "Ponte dell'Arcobaleno".
Quando muore una bestiola che è stata particolarmente cara a qualcuno, questa bestiola va al ponte dell'arcobaleno.
Ci sono prati e colline per tutti i nostri amici tanto speciali così che possano correre e giocare insieme.
C'è tanto cibo, acqua e sole, ed essi sono al caldo e stanno bene. Quelli che erano vecchi e malati sono ora forti e vigorosi. Quelli che erano feriti o storpi sono di nuovo integri e forti, come noi li ricordiamo nel sogno dei giorni e dei tempi passati. Sono felici e contenti, tranne che per una piccola cosa: ognuno di loro sente la mancanza di qualcuno molto amato, qualcuno che hanno dovuto lasciare indietro... Corrono e giocano insieme, ma un bel giorno uno di essi improvvisamente si ferma e guarda lontano, verso l'orizzonte. I suoi occhi lucidi sono attenti, trema per l'impazienza: tutto ad un tratto si stacca dal gruppo e comincia a correre, volando sul verde prato, sempre più veloce. Ti ha riconosciuto, e quando finalmente sarete insieme, vi stringerete in un abbraccio pieno di gioia, per non lasciarvi più. Una pioggia di baci felici bagnerà il tuo viso; le tue mani accarezzeranno di nuovo l'amata testolina e fisserai ancora una volta i suoi fiduciosi occhietti, per tanto tempo lontano dalla tua vita ma mai assente dal tuo cuore.
Allora attraverserete,insieme, il Ponte dell'Arcobaleno... (Da ignoto)


torna alla home page